domenica 11 ottobre 2015

Knock Knock recensione film

Knock Knock recensione film

Knock Knock


Directed byEli Roth
Produced by
Written by
Starring
Music byManuel Riveiro
CountryUnited States Thriller 2015

★★

-Toc Toc-
-Chi è? Uffa sto lavorando…-
-Siamo due giovani ragazze fighe che si sono perse e siamo sotto la pioggia senza un passaggio, ci fai entrare?-
-Ma certo..-

Remake del film exploitation Death Game, anche se alla fine questo è più un update, considerando soprattutto la tecnologia, espediente ormai classico nel cinema moderno per creare la giusta tensione.
Siamo già abituati a film di questo genere che in gergo vengono chiamati Home Invasion, ovvero quando dei personaggi ostili  si introducono in casa di un ignaro sfortunato. Abbiamo visto il mitico Funny Games oppure alcune scene dello stesso Arancia Meccanica e molti altri B Movies, ciò che distingue questo dagli altri è il piglio ironico e la volontà solo di intrattenere a tutti i costi.

Il redivivo e mitico Reeves ora sta mutando forma e diventando un vero e proprio divo dei b movies, già ci aveva deliziato con il buon action John Wick, qui interpreta un architetto di mezza età proprietario di una bellissima e lussuosa villa e felicemente sposato, ma tutto questo sarà turbato da due giovani donzelle, le bellissime Lorenza Izzo ( moglie del regista ) e Ana de Armas (attrice di origine cubane ).Devo dire che gli attori offrono una buona prova, le due ragazze nella media, mentre  Reeves sembra essere come al solito mono espressivo ma con alcuni picchi e nel complesso credibile, mi ha colpito un suo mini monologo verso la fine del film.

La scenografia come al solito curatissima e sottolineata più volte dalla regia, che si muove a suo agio nella splendida location descrivendoci l’ambiente alla perfezione. La gestione dei tempi e come già detto ispirata a quelli che erano i film a basso costo degli anni 70,  picchi di esagerazione continue situazioni che non lasciano mai lo spazio all’interiorizzazione, ma non è qui che vuole arrivare Roth, perché con questa pellicola ci vuol solo intrattenere e questa volta addirittura senza uso del sangue…
La prima parte del film va liscia come l’olio, con la tensione modulata, come detto, da apparati tecnologici come Uber e Facetime, direi una buona trovata, mentre la seconda metà ha delle situazioni un po' troppo avventate ma che comunque non fanno storcere in naso considerando la tipologia di film che abbiamo di fronte.



L’atmosfera ricreata è quella giusta, una casa vuota, due estranee, la pioggia incessante ... la sceneggiatura va in supporto di tutto questo senza mai appesantire lo spettatore giocando sull’ironia e  sulla sensualità delle due ragazze.

E’ un thriller, la tensione non manca, è sicuramente un film con grandi difetti, ma è ottimo per una serata piovosa , tra amici, popcorn e commenti ad alta voce.

Pro: intrattiene, la sottile ironia ed erotismo
Contro: poca originalità, tutti i difetti e i pregi di un b movie
Consigliato: per una serata tra amici

Voto: 6.5



24 commenti:

  1. Non vedo letteralmente l'ora di vederlo, questo. ;)

    RispondiElimina
  2. Divertente, davvero! ;D
    Concordo con te sul mini-monologo di Evan: è il momento in cui il messaggio del film si fa più forte e più evidente, in cui cade la maschera e cominciano a venir meno le barriere (le due tipe sono pazze squilibrate da manicomio, okay... ma non sarà che sotto sotto hanno pure un po' di ragione? XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahaha ma se praticamente lo hanno violentato psicologicamente, non vale così... :-)

      Elimina
  3. Ma quando esce in sala? Lo aspetto da un bel po'... contentissimo che Keanu si stia riprendendo a dovere, dopo il terribile 47 Ronin. John Wick bomba atomica. Questo Knock Knock sembra minimale e perciò interessante, dopo gli eccessi (mica tanti, poi :D) di Green Inferno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che sarà distribuito sicuramente, ma ancora non è stata piazzata la data. E' un film che punta a far divertire lo spettatore...

      Elimina
  4. A me è piaciuto, senza esagerare. Non vuole essere una cosa pesante e opprimente alla "Secuestrados" o "Funny Games" ma più una black comedy, anche un pò cazzara se vogliamo dirla tutta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me è piaciuto il piglio irnoico con cui viene costruita la tensione, soprattutto nella prima parte...

      Elimina
  5. Io lo trovato un film davvero poco simpatico, mi sembra guasi una caricatura verso il genere maschile quando la tipa alla fine gli dice "voi uomini siete tutti uguali" e tra l'altro fa pergiunta ridere quando lui si trova alle strette nel gestire due adolescienti considerando che è un padre di famiglia, mi sembra proprio un film adatto all'epoca visto che uno schifo di puttanesimo come quello odierno non si era mai visto, è proprio giusto farci dei film per sottolineare sempre e comunque quanto poco abbia valore l'uomo nella nostra società.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si il film è decisamente dai toni grotteschi e non si prende sul serio, un po' come la maggior parte dei film di Eli Roth...

      Elimina
    2. Se sono tutti così i film di qsto regista,nn li guardo più qsti film suoi.

      Elimina
    3. Veramente è prop brutto in tutti i casi.

      Elimina
    4. Il film ha tantissimi difetti ma essendo grottesco e dai toni un po trash bisogna prendere con le pinze la narrazione che mira solo ad intrattenere. Alla fine se si cerca un msg o qualcosa in più si potrebbe rimanere delusi

      Elimina
    5. Il regista immette sempre elementi grotteschi e faciloni nei suoi altri film applica pure una ultraviolenza gratuita da spettacolo. Quindi se non ti è piaciuto questo gli altri puoi anche evitarli ...

      Elimina
  6. Ma ci sarà un seguito????la scena dopo i titoli di coda lascia pensare che non finisca così!!

    RispondiElimina
  7. Ma ci sarà un seguito????la scena dopo i titoli di coda lascia pensare che non finisca così!!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Condivido il tuo giudizio: se si parte con alte aspettative si rimarrà decisamente delusi, ma se gli si dà il giusto peso, appunto quello di passare una serata tra amici, allora può andare. Reeves è sempre stato molto "monoespressivo", ma c'è stato un periodo in cui sembrava almeno scegliere dei film di un certo livello (più che a Matrix penso a Point Break e A Scanner Darkly, per esempio) ma negli ultimi anni si è perso in produzioni minori e, sempre come scrivi te, b-movies. A me personalmente non dispiacque l'adattamento di "Costantine", niente a che vedere col fumetto, di certo non un capolavoro ma, sempre per gusto personale, vedibile. Per il rimanente, il deserto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Constantine lo vidi tempo fa, secondo me Reeves non si è perso è una precisa scelta quella di apparire in questa tipologia di film, ed in fondo ci sta bene...

      Elimina
    2. Tipologia di film più violenti,ok,dove nn è più il buonista di turno.Ma qsto film è inguardabile.

      Elimina
  10. Il peggior film di Keanu Reeves secondo me.Ne fa paura ne fa ridere.Anche il finale.E'una stupidata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao. Ho considerato il film parzialmente riuscito in quanto trash, è chiaro che l'intento del regista non era fare paura. alla fine sotto il punto di vista "intrattenimento verace" da b movie la pellicola funziona...

      Elimina
  11. Io ho visto quasi tutti i film di Keanu Reeves e questo mi mancava.L'ho visto in tv settimana scorsa e mi ha deluso.Quindi di certo di qsto autore nn ne vedrò altri.Grazie delle risposte.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi