martedì 1 dicembre 2015

Hidden film recensione 2015

Hidden film recensione 2015
Hidden

    Anteprima nazionale15 settembre 2015

★★½
Ray, sua moglie Clare e la loro piccola figlia Zoe sono nascosti in un bunker sotterraneo da 301 giorni. Una famiglia che fa ogni giorno i conti con la fame, con l’assenza di tutte le comodità moderne i pranzi e le cene provengono direttamente da scatolette di latta, la luce del sole è un miraggio e qualsiasi tipo di svago è flebile e ripetitivo. La sceneggiatura che era stata a riposo per un paio di anni e che con l’aiuto della Warner Bros. ( lo sottolineo non a caso) è stata tramutata in film attraverso le mani dei giovani esordienti fratelli Duffer, ci svela in maniera centellinata il perché questa famigliola affronti questo brutale destino. La trama si dipana attraverso i suddetti tre personaggi descrivendo nella prima parte attraverso un meccanismo di tensione il bunker, cadenzando a ritmo lento e inframezzando buoni spunti thriller ma anche situazioni troppo mielose e morbidose.

 Durante la prima mezz’oretta e poco più la pellicola ha un sapore quasi indipendente con tutti i difetti ed i pregi che ne possano conseguire. Gli attori sono di ampio respiro, Alexander Skarsgård è convincente nel ruolo di un padre amorevole, Andrea Riseborough se la cava mentre la ragazzina Alyn Lind è un ottimo talento, tutto è sorretto dalle loro interpretazioni riuscendo a legare con lo spettatore. La gestione dei tempi è dilatata puntellata da picchi di tensione attraverso immagini e sonoro intriso di mistero . L’opera è etichettata come horror ma è più un film scifi postapocalittico, c’è poco gore tutto si basa sul thrilling quasi da home invasion. 


L’atmosfera claustrofobica è ben rappresentata attraverso un fotografia scura e acidula e la scenografia è molto simile a film come The Road. Lo script per tre quarti è abbastanza intelligente anche se con qualche sbavatura, si slabbra nel finale dove è evidente la mano della produzione facendo deviare la pellicola verso soluzioni azzardate confacenti ad un diverso tipo di prodotto. Comunque da notare, soprattutto per gli amanti dei colpi di scena, un doppio plot twist che rivitalizza per qualche istante il ritmo per poi abbandonarsi al dozzinale. Questo è un tipo di storia che potrebbe essere apprezzata un po’ da tutti ma non da chi subito storce il naso quando si tratta di situazioni gestite con superficialità.

Pro: attori, storia di base interessante, mistero

Contro: finale gestito malamente sembra quasi un altro film, qualche mielosità di troppo

Voto : 5.5


8 commenti:

  1. Sembrava piuttosto interessante, credo che lo recupererò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. può piacere, ma ci sono alcune cose verso il finale che mi hanno infastidito...sono curioso di vedere poi il tuo commento al film...

      Elimina
  2. Come Michele, anch'io ero rimasta abbastanza intrigata dalla sinossi di questo film...
    Dopo la tua recensione, sono più curiosa che mai: chissà se farò parte della schiera di quelli che l'hanno trovato troppo superficiale, o riuscirò ad apprezzarlo almeno un po'... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me è il finale il problema di questo film..

      Elimina
  3. Si sa se e quando uscirà in Italia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi sembra sia uscito, Però su IMdb c'è il titolo in italiano... forse qualcuno ne ha acquistato i diritti ...

      Elimina
  4. Il film sarebbe vedibile, ma il finale è talmente idiota da rovinare tutto il resto.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi