giovedì 29 dicembre 2016

Babbo bastardo 2 recensione film

Babbo bastardo 2 recensione film
Babbo Bastardo 2

Titolo originale: Bad Santa 2
Conosciuto anche come: 
Nazione: U.S.A.
Anno: 2016
Genere: Commedia
Durata: 87'
Regia: Mark Waters
Sito ufficiale: www.badsanta2.com

Cast: Billy Bob ThorntonKathy Bates, Tony Cox, Christina Hendricks, Brett Kelly, Ryan Hansen, Jeff Skowron, Jenny Zigrino, Cristina Rosato, Nathaly Thibault
Produzione: Broad Green Pictures, Miramax
Distribuzione: Koch Media
Data di uscita: 07 Dicembre 2016 (cinema)

Premettendo che l’originale era per me una delle commedie più divertenti degli anni duemila, si riusciva a miscelare perfettamente cinismo, scurrilità e buoni sentimenti natalizi attraverso personaggi atipici e trovate sconce ma esilaranti, questa uscita del classico “sequel fuori tempo massimo” è stata per me una grossa delusione, non che mi aspettassi poi molto. 

Il plot e la storia ricalca grosso modo quella precedente la coppia nano/babbo bastardo funziona così come è interessante il nuovo personaggio introdotto da Kathy Bates ( la madre del protagonista). Billy Bob Thorton di nuovo assieme al suo compare (Tony Cox) cercheranno di mettere a segno un colpo natalizio ad un ente di beneficenza a Chicago. Gli sceneggiatori hanno giocato ancora molto con le volgarità gratuite ma questa volta forse esagerando un po’ troppo, mentre nell’originale erano quasi sempre azzeccate qui ci troviamo di fronte ad una minestrina riscaldata per chi era fan del precedente ed ad un turpiloquio che fa ridere a tratti per lo spettatore medio. La scrittura poi non mette a fuoco uno degli elementi che erano più riusciti precedentemente, ovvero la demenzialità del bambino che in questo sequel è un adolescente bambinone che non fa ridere più nessuno. Vengono riprese senza ritegno le situazioni che erano diventate iconiche di quel “babbo bastardo” che era divenuto quasi un cult natalizio, l’impianto è retto da ottimi attori ma in fase di scrittura non ci si è sbilanciati di una virgola , in alcuni casi poi pare che sia stato scritto da un gruppo di pubescenti che hanno appena scoperto le parole sconce. Peccato il ritmo e l’atmosfera c’era, sequel stantio, che puzza di vecchio, non ha significati di sorta e mal riuscito, carne attoriale buttata e film ascrivibile alla lista Zoolader 2 e compagnia bella. Forse per chi non ha visto l'originale la storia può intrigare un tantino di più ma Waters effettivamente non è Terry Zwigoff ...
voto 4.5

4 commenti:

  1. Inutilissimo, ma non mi è dispiaciuto.
    Sarà che la Bates e Bob Thornton rendono due personaggi così eccessivi e idioti, sotto sotto, anche un po' disperati. Ma merito loro, non del resto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono un estimatore del primo film, per me cocente delusione ...

      Elimina
  2. ...non mi ispirava minimamente questo secondo capitolo di un film che, okey è stato simpatico, ma che sia diventato poi così un cult, per me è poco comprensibile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. operazione infatti sbagliatissima e fuori tempo ...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi