mercoledì 5 aprile 2017

Animali Fantastici e Dove Trovarli recensione film

Animali Fantastici e Dove Trovarli recensione film
Animali Fantastici e Dove Trovarli

Titolo originale: Fantastic Beasts and Where to Find Them
Nazione: U.S.A., Regno Unito, Palestina
Anno: 2016
Genere: Fantastico
Durata: 132'
Regia: David Yates
Sito ufficiale: www.fantasticbeasts.com
Sito italiano: www.warnerbros.it/speciali/animalifantasticiedovetrovarli
Social network: facebook

Cast: Eddie Redmayne, Katherine Waterston, Colin FarrellJon Voight, Ron Perlman, Ezra Miller, Samantha Morton, Dan Fogler, Alison Sudol, Carmen Ejogo
Produzione: Heyday Films
Distribuzione: Warner Bros Italia
Data di uscita: 17 Novembre 2016 (cinema)


Siamo nel 1926, un giovane mago del vecchio continente sbarca a New York con una valigia, un contenitore di animali magico - mitologici di ogni sorta. Dopo anni si ritorna a batter chiodo sulla saga potteriana, si torna indietro nel tempo e si passa al nuovo continente ricostruendo un universo parallelo a quello old style inglese.

 La regia gioca sull’effetto speciale, cerca di meravigliare con un numero elevato di siparietti associati ad ogni bestia fantasy, se presi un ad uno riusciti e divertenti ma forse troppo deboli per creare una storia compatta. Redmayne sembra in parte nell’impersonare un giovane mago scienziato introverso e sensibile mentre tutta la storia che gli ruota intorno è l’abc del blockbuster con un villain come al solito poco convincente. La direzione anonima di Yates tuttavia sfrutta il desiderio d’esplorare i nuovi confini dello spettatore fan di Potter, visivamente funziona soprattutto nelle scenografie e costumi ( un po’ alla Sherlock Holmes di G. Ritchie) però narrativamente è senza cuore e il plot non pulsa di passione, addirittura ciò che mi ha divertito di più è la storia d’amore tra i personaggi secondari e questo la dice lunga sul fascino della storia in generale. La Rowling, qui sceneggiatrice, s’appoggia ad un costrutto ormai solido e getta le basi per una nuova pentalogia ( dovrebbe comprarsi un deposito come quello di Zio Paperone ), mette in mostra quanto basta per intrattenersi senza inventare niente e senza intensificare il rapporto con lo spettatore, questi nuovi personaggi agli albori di un’annunciata saga sicuramente non mi hanno dato lo stesso appeal dei giovani protagonisti di Hogwarts , il film passa ma sembra più un contorno che un primo piatto.
voto 6--

4 commenti:

  1. Come film a me è piaciuto più degli ultimi Harry Potter e sinceramente non vedo l'ora che escano i prossimi capitoli della saga. Non tanto per Newt, quanto per l'amico ciccio e la fidanzata *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, mi sono appassionato più per loro che per i principali

      Elimina
  2. Molto divertente anche per me, più adulto dei capitoli principali della saga ma mantiene lo stesso spirito. Condivido l'apprezzamento per i personaggi di contorno più che per i protagonisti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, si lascia guardare però sceonde me meglio HARRY potter :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi